Contattaci su WhatsApp

Vita C1000 Forte

15,50 €
Tasse incluse

Integratore alimentare, VitaC1000 FORTE particolarmente utile in caso di abbassamento delle difese immunitarie, come trattamento delle influenze stagionali e/o come prevenzione delle recidive.

Contenuto

Sconti per quantità

Quantità Sconto unità Risparmi
2 4% 1,24 €
3 7% 3,26 €
4 10% 6,20 €
Quantità
  Pagamento sicuro

con Paypal, Carta di credito o Bonifico bancario

  Spedizione rapida a partire da € 6,50

Gratuita per ordini superiori a € 65,00

  Reso garantito

entro 15 giorni dal ricevimento della merce

60 Compresse da 1200 mg (SENZA GLUTINE - VEGAN E GMO FREE)
Contenuto: 72 g

Ingredienti:
acido L-ascorbico (Vitamina C); agente di carica: cellulosa; Rosa canina (Rosa canina L.,) frutto estratto secco tit. al 70% in vitamina C; agente antiagglomerante: sali di magnesio degli acidi grassi.

Valori medi per dose giornaliera ( 1 CPR):
Vitamina C 1000 mg (1250 % NRV*)

*NVR valore nutritivo di riferimento (adulti) ai sensi del Reg. EU 1169/2011

VITC1000NG
36 Articoli

VITAMINA C

La vitamina C è un micronutriente essenziale per l'uomo, con funzioni pleiotropiche correlate alla sua capacità di donare elettroni. È un potente antiossidante e un cofattore per numerosi enzimi necessari per la regolazione genica. La vitamina C contribuisce alla difesa immunitaria sostenendo varie funzioni cellulari del sistema immunitario innato e adattivo: infatti supporta l'epitelio nella sua funzione di barriera contro i patogeni, si accumula nei fagociti come i neutrofili portando ad un miglioramento della chemiotassi, della fagocitosi, e della generazione di specie reattive all’ossigeno portando all’uccisione microbica. Il ruolo della vitamina C nei linfociti è meno chiaro, ma è stato dimostrato che può migliorare la differenziazione e la proliferazione delle cellule B e T, probabilmente a causa dei suoi effetti sulla regolazione genica.

I livelli di vitamina C nei globuli bianchi sono decine di volte più alti rispetto al plasma, il che può indicare ruoli funzionali della vitamina in queste cellule del sistema immunitario: infatti la vitamina C ha dimostrato di influenzare le funzioni dei fagociti, la produzione di interferone, la replicazione dei virus e la maturazione di Linfociti T negli studi di laboratorio. La carenza di vitamina C provoca un'immunità compromessa e una maggiore suscettibilità alle infezioni. A sua volta, le infezioni hanno un impatto significativo sui livelli di vitamina C a causa di una maggiore infiammazione e dispendio metabolico. Inoltre, l'integrazione con vitamina C sembra essere in grado di prevenire e trattare le infezioni respiratorie e sistemiche. La prevenzione profilattica delle infezioni richiede l’assunzione di 100-200 mg/giorno di vitamina C mentre il trattamento delle infezioni accertate richiede in modo significativo dosi più elevate (grammi) di vitamina C per compensare l'aumento della risposta infiammatoria e della domanda metabolica. A causa della bassa capacità di accumulo delle vitamine idrosolubili, è necessario un apporto regolare e adeguato per prevenire ipovitaminosi C. Studi epidemiologici hanno indicato che l'ipovitaminosi C (concentrazione plasmatica di vitamina C <23 µmol / L) è relativamente comune nelle popolazioni occidentali e la carenza di vitamina C (<11 µmol / L) è la quarta principale carenza di nutrienti negli Stati Uniti. Ci sono diversi motivi per cui le raccomandazioni dietetiche sulla vitamina C non sono soddisfatte, anche nei paesi in cui la disponibilità e l'offerta di cibo dovrebbe essere sufficienti. Questi includono cattive abitudini alimentari, fasi della vita e / o stili di vita (ad es. fumo, alcol o droghe), varie malattie, esposizione a sostanze inquinanti e ragioni di tipo economico.

Un totale di 148 studi su animali hanno indicato che la vitamina C può alleviare o prevenire le infezioni causate da batteri, virus e protozoi. Una grave carenza di vitamina C provoca esiti potenzialmente fatali legati allo scorbuto in cui si assiste ad indebolimento delle strutture del collagene, con conseguente scarsa guarigione delle ferite e immunità compromessa. Gli individui con scorbuto sono altamente suscettibili a potenzialmente infezioni fatali come la polmonite. Garantire un adeguato apporto di vitamina C attraverso la dieta o attraverso l’integrazione, specialmente in gruppi come gli anziani o in soggetti esposti a fattori di rischio per insufficienza di vitamina C, è necessaria per una corretta funzione immunitaria e resistenza alle infezioni.

Contenuti per dose giornaliera (1 compressa)
Vitamina C 1000 mg (1250% NRV*)
*NVR valore nutritivo di riferimento (adulti) ai sensi del Reg. EU 1169/2011

Indicazioni d’uso
Si consiglia l’assunzione di 1 compressa al giorno con abbondante acqua.

Interazioni o effetti collaterali
La vitamina C ad alte dosi può aumentare la biodisponibilità dei contraccettivi orali (estrogeni). Elevate dosi di vitamina C assunte contestualmente a ferro, possono causare un surplus di ferro dovuto ad un aumentato assorbimento dello stesso. La co-somministrazione di vitamina C con metotrexato può ridurne l’escrezione renale con aumento del rischio di tossicità.

Avvertenze
Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini di età inferiore a 3 anni. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita.

Conservazione
Conservare ben chiuso in luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce. La data di fine validità si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra.

Certificazioni del prodotto

Fabbricato in Italia

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password